Vademecum Premessa

L' amministrazione digitale e trasparente DEVE considerare il cittadino al centro dell’azione amministrativa e la comunicazione via web il canale privilegiato di informazione e di erogazione dei servizi. Nel corso degli ultimi anni il Dipartimento della Funzione Pubblica ha sostenuto e realizzato diverse iniziative dirette a sostenere la crescita dell’ amministrazione digitale, intervenendo sia sul piano delle regole, sia su quello dell’offerta e della qualità delle informazioni e dei servizi on line. La consapevolezza che i siti web delle pubbliche amministrazioni rappresentino un mezzo fondamentale per garantire la disponibilità on line di informazioni corrette e di servizi di qualità per il cittadino, ha fatto sì che il Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione pubblicasse la Direttiva del 26 novembre 2009, n. 8, seguita, in attuazione degli indirizzi contenuti, dalle Linee guida per i siti web delle pubbliche amministrazioni. Le Linee guida, rivolte a tutte le amministrazioni pubbliche, si collocano a pieno titolo nell'ambito delle iniziative di innovazione che hanno come fine la realizzazione di un rapporto aperto e trasparente con i cittadini e avvi ano un processo di miglioramento continuo della qualità dei siti web delle PA. La misurazione della qualità è un aspetto importante del miglioramento dei servizi pubblici, da tempo al centro dell’azione di modernizzazione intrapresa dalla pubblica amminist razione italiana, anche avvalendosi delle potenzialità offerte dalle tecnologie dell’informazione e comunicazione. Promuovere la diffusione e sostenere l’utilizzo di strumenti di misurazione e valutazione, prevedendo anche il coinvolgimento dei destinatari dei servizi, rendere conto dei risultati nonché dei cambiamenti ottenuti e dei successivi obiettivi di miglioramento perseguiti, rientrano tra le finalità della politica per la qualità del Dipartimento della Funzione Pubblica. Il percorso che si intende suggerire con il presente Vademecum è quello di sottoporre i siti web della pubblica amministrazione ad una attività di autovalutazione, realizzata attraverso strumenti pensati appositamente per il settore pubblico e finalizzata a valorizzare le esperienze esistenti e gli sforzi già effettuati. Filippo Patroni Griffi Ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione

I DESTINATARI :

I destinatari del presente Vademecum sono tutti coloro che, a vario titolo e con diverse responsabilità, partecipano al processo di comunicazione degli enti pubblici. Tra questi rientrano tutti gli attori della creazione, gestione e manutenzione dei siti web delle PA, i cui ruoli sono
riportati di seguito:
• il Responsabile del procedimento di pubblicazione dei contenuti sul sito, che garantisce la gestione coordinata sia dei contenuti e delle informazioni on line, sia dei processi redazionali della propria amministrazione;
•il Responsabile dell'accessibilità informatica, che assicura il costante livello di accessibilità e di fruibilità del sito;
• il Responsabile dei sistemi informativi, che ha la responsabilità dei risultati conseguiti dalla propria Amministrazione con l'impiego delle tecnologie informatiche;
• il Capo Ufficio stampa, che è responsabile di tutti i flussi giornalistici interni ed esterni dell'Amministrazione;
• il Responsabile Ufficio relazioni con il pubblico (URP), che agevola l'utilizzo dei servizi offerti ai cittadini e attua i processi di verifica della qualità dei servizi e di gradimento degli stessi da parte degli utenti. Così come le Linee guida per i siti delle PA, il Vademecum vuole essere uno strumento a uso non esclusivo degli addetti ai lavori.Tra i destinatari, si possono quindi includere anche tutti i dipendenti delle PA impegnati in attività di comunicazione con il cittadino.